Qin Shi Huang Di. Imperatore per sempre

Collana: Egida
2-3d.gif
Formato: 13 x 21
Pagine: 264 + Cop. in brossura con bandelle
Edizione: Marzo 2019
Lingua: Italiano
ISBN: 9788833241371
Voti:

Carrello

Libro cartaceo
16,90
14,37 €
Tag:
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TRAMA
Cina. Un uomo con mani vecchie millenni, immobile dove il buio è sovrano. Qin Shi Huang Di, primo imperatore cinese, personaggio storico divenuto famoso nel mondo per la sua straordinaria sepoltura, con migliaia e migliaia di statue in terracotta riproducenti aurighi e cavalli, arcieri, fanti, cavalieri e ufficiali che ancora lo vegliano.
Gli scavi archeologici, iniziati nel 1974 vicino al Monte Li nella Cina Orientale e tuttora in corso, segnano l’incommensurabile distanza da un passato che occhieggia somiglianze con il presente vissuto da Kristin, l’archeologa americana che nel romanzo coordina i lavori dello scavo in un’area che è più grande della Valle dei Re in Egitto. Perché nessuno mai potesse svelare il segreto di quel luogo, furono bloccate tutte le uscite del sepolcro.
«Ogni mattino sono stato imperatore.» Qin Shi Huang Di ancora non camminava e già giocava con i serpenti; non parlava, ma aveva un lupo per compagno e istruttori di spada per maestri; ancora adolescente comandava una delle più formidabili macchine da guerra della storia. Mentre il fedele eunuco racconta, riaffi orano alla mente dell’imperatore ricordi di guerre, violenze, terre conquistate, le alluvioni nelle grandi campagne cinesi, le grandi strade e le imponenti dighe.
Figura enigmatica, è ricordato come truce guerriero che regnò dal 221 al 210 a.C., facendo del piccolo stato di Qin l’attuale Cina. Cancellò tremila anni di storia ordinando un rogo di migliaia di libri, amò una concubina a cui regalò una libellula nera, imbarcò duecento giovani per un viaggio verso l’isola dell’immortalità, ma nessuno di loro fece più ritorno. Nell’aria si ode ancora l’eco dei suoi tamburi da guerra.
Un romanzo avvincente, un’idea tragica e splendida scritta con registro stilistico nuovo, una lingua tagliente, incalzante, dura, a volte epica. Un impero tace sottoterra: il tributo più grande per strappare ammirazione al mondo intero.
COMMENTI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


CONDIVIDI la pagina

Dello stesso autore
Della stessa collana

Informazioni aggiuntive

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.