Alfredo Testoni. Sotto i portici e dietro le quinte

Collana: Teatro varia
2-3d.gif
Formato: 20 x 28 cm
Pagine: 240 + Copertina cartonata in plancia
Edizione: Marzo 2003
Lingua: Italiano
Illustrazioni: 21 b/n e 139 a colori
ISBN: 978-88-7381-039-X
Voti:

Carrello

Libro cartaceo
29,00
24,65 €
Tag:
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TRAMA
      Dal 1982 l’archivio del noto commediografo Alfredo Testoni (1856-1931) è conservato e catalogato presso le Collezioni d’Arte e di Storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.

Sono vari documenti personali e di famiglia; 27 diari; 154 copioni di commedie in dialetto bolognese e in italiano (gran parte dei quali manoscritti ed inediti); 14 sceneggiature di film; centinaia di manoscritti di sonetti, libri e conferenze; 134 locandine; 1204 lettere di personalità del teatro e della cultura dell’epoca; 72 foto-ritratti di attrici e attori; 69 foto personali e di famiglia; 97 foto di scena di film; 36 foto di Bologna e dell’ambiente culturale del tempo; 2 spartiti di romanze per tenore con parole di Testoni; decine di caricature; libri, giornali e periodici.

Curiosando in mezzo a quest’immenso patrimonio appare un Alfredo Testoni fuori da un cliché che lo ha visto troppe volte circoscritto ad un ambito esclusivamente bolognese: egli fu autore sì di commedie e sonetti dialettali, ma fu anche uno dei protagonisti del teatro e della cultura italiana tra Ottocento e Novecento.

Proprio cent’anni fa, il nostro autore era sicuramente il commediografo più amato dal pubblico e dalle principali compagnie, con inevitabili invidie dei colleghi e ostilità da parte della critica. A confermare questo successo venne poi, nel 1905, il “Cardinale Lambertini” interpretato da Ermete Zacconi.

Il volume, a cura di Davide Amadei e Vittoria Coen, è arricchito da riproduzioni a colori dei documenti testoniani, e presenta vari approfondimenti sulla vita e l’opera dell’autore bolognese tra cui un saggio di Paola Daniela Giovanelli sull’epistolario tra Testoni, Ermete Zacconi e l’impresario Adolfo Re Riccardi.

Di grande importanza è poi il testo integrale sinora inedito della commedia “Il Cardinale Lambertini” nella versione dialettale bolognese del 1931 e curata da Luigi Lepri sul manoscritto originale di Testoni. Il testo è corredato da un testo critico di Luigi Gozzi e da fotografie, testimonianze e ricordi degli attori dialettali bolognesi.
COMMENTI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


CONDIVIDI la pagina

Della stessa collana

Informazioni aggiuntive

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.