Arte e Accademia nell'Ottocento. Evoluzione e crisi della didattica artistica

2-3d.gif
Formato: 17 x 24 cm
Pagine: 280+ Copertina in brossura
Edizione: Novembre 2000
Lingua: Italiano
Illustrazioni: 26 B/N
ISBN: 987-88-7381-010-1
Voti:

Carrello

Libro cartaceo
36,15
30,73 €
Tag:
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TRAMA
Sino alla fine dell’Ottocento, l’Accademia di Belle Arti, è stata il perno del rapporto arte-società: un nodo istituzionale che ha consentito alla cultura del tempo di esprimersi in termini visivi, per immagini. Il saggio di Concetto Nicosia traccia una storia delle Accademie come istituzioni politiche, come centri di potere culturale. Meglio ancora, racconta la storia del graduale processo di esaurimento di queste funzioni. All’inizio dell’Ottocento un artista ammesso in Accademia poteva pensare di aver attinto la vetta della carriera, alla fine del secolo l’Istituto è diventato oggetto del disprezzo dei secessionisti e degli sberleffi dei futuristi. L’autore punta l’attenzione non tanto sulla storia già nota e documentata delle singole Accademie quanto, piuttosto, sugli interscambi che l’istituzione nel suo complesso ha con gli artisti, con gli apparati statali, con la critica, con il mercato, con i collezionisti, con il pubblico del salone. Con la società culturale in poche parole. Un taglio metodologico diverso, inedito per questo argomento, come inedito è l’uso del materiale rintracciato nei documenti del tempo, nelle cronache dei giornali, nei testi letterari, nelle memorie e nelle dichiarazioni degli artisti. Una ricerca effettuata con un punto di vista molto alto, con una prospettiva “a volo d’uccello” che consente di individuare il maggiore numero possibile di fatti significativi e di metterli in relazione. Largo spazio è accordato alle vicende artistiche europee, dall’Italia dov’è nata l’istituzione e dove l’evoluzione ottocentesca è fittamente intrecciata con le vicende politiche dell’unità nazionale sino a Parigi città in cui più violento è lo scontro tra arte ufficiale e avanguardia concluso con la definitiva emancipazione degli artisti dalla soggezione all’autorità accademica. 
COMMENTI

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


CONDIVIDI la pagina

Dello stesso autore
Della stessa collana

Informazioni aggiuntive

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.