10 maggio – IL PRIMOATTORE: Giuseppe Ciro Galvani

CIRO-GALVANI200

Mercoledì 10 maggio 2017
alle ore 19.00
presso il Cassero del Teatro comunale di Castel San Pietro Terme

sarà presentato il volume

IL PRIMOATTORE
Giuseppe Ciro Galvani (1867-1956)
Una vita tra arte, teatro e cinema

di Giuseppe Virelli


Intervengono insieme all'autore

Fausto Tinti sindaco di Castel San Pietro Terme
Fabrizio Dondi assessore alla Cultura



Ciro Galvani, artista insigne sia nell’arte pittorica e del disegno, [...] sia nell’arte drammatica alla quale si dedicò con amorosa passione subito dopo.
Frequentava in quei lontani anni giovanili a Bologna personalità artistiche di primo ordine; Oriani, Panzacchi, Guerrini, Vighi etc. i quali, sentendolo declamare versi del Carducci, lo spinsero verso il teatro che non doveva più abbandonare.
Fu “attor giovane” con le primarie compagnie drammatiche di quel tempo: Emanuel, Maggi, Novelli con le quali partecipò alle tournée all’estero ed in America, raccogliendo i primi applausi.
[…] Poi fu l’ascesa, con l’ineguagliabile ed indimenticabile Eleonora Duse della quale fu devoto e fedele compagno d’arte nel teatro di Goldoni, Dumas, Ibsen, Pinero, Praga, Sudermann, Maeterlinck e D’Annunzio, per citare solo i principali, raccogliendo in tutto il mondo elogi nelle parti da lui sostenute.
[…] Come devoto e fedele compagno della Duse la seguì anche nella sua ultima tournée nell’Ameri-ca del Nord ove Ella si spense a Pittsburg nel 1924.
[...] Dicitore magnifico e forse “unico” in Italia, di versi e prose d’amore e di gloria dei nostri maggiori Poeti e Scrittori, e durante la guerra del 1915 portò la Sua Arte fra i combattenti, i feriti e mutilati in Italia e Francia, per esaltare il loro sacrifi cio e onorare il culto degli Eroi e dei Morti per la Patria libera.
Carattere estroso, insofferente, violento contro i “zelatori dell’ignoranza”, combattivo contro chiunque osasse criticare d’Annunzio e la Sua grande Opera, sognatore e “prigioniero del sogno”, visse gli ultimi anni appartato e dolorante per i danni arrecatigli dall’ultima guerra, anche negli affetti famigliari.

Informazioni aggiuntive

menu

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Policy Cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Policy Cookies. Cliccando su Attiva Cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo leggi le nostre policy cookies.

Accetto i cookies da questo sito.